IL FESTIVAL: PRESENTAZIONE

Oltre 30 anni di emozioni...

SILENZIO, LUCI… SIPARIO!

Il teatro è un potente mezzo con il quale si veicolano le più disparate emozioni, sia dalla parte degli attori che da quella degli spettatori. Ma è anche vero che l’universo delle emozioni è vastissimo, multiforme, sorprendente e continuamente da scoprire. Ecco dunque perché lo spettacolo teatrale, che le emozioni le mette in scena, è sempre nuovo, accattivante, per niente ovvio e scontato.

Il Festival del Teatro dei ragazzi, nonostante i suoi 28 anni, riesce ad essere sempre coinvolgente, originale, divertente.  Perché, in un clima di festa, quello che importa è condividere un’esperienza che fa crescere, un’esperienza che attraverso il divertente gioco della finzione teatrale insegna tante cose della vita reale, aiutandoci a conoscere meglio noi stessi e gli altri.

Non c’è bisogno di scomodare Aristotele e la sua concezione catartica del teatro tragico, per comprendere la forza che le tecniche teatrali hanno nel portare alla luce i vari stati emotivi e nel farli toccare in uno spazio altro dalla vita quotidiana, consentendo di sperimentare nuovi vissuti e di giungere ad intuizioni sorprendenti. Un educazione sentimentale che arricchisce ragazzi ed adulti e che lascia un segno profondo nell’esperienza di ciascuno.

Questo abbiamo capito in tanti anni di Festival, ed è per questo che continuiamo a percorrere il  cammino intrapreso, convinti che sia un contributo importante alla formazione dei ragazzi che vivono nel nostro territorio e non solo.  In questo senso un ringraziamento particolare va a tutti coloro che a vario titolo continuano a credere in questo progetto, lo sostengono e lo fanno vivere.

Ed ora: silenzio, luci….sipario.

Emilia Muratori
Sindaco di Marano sul Panaro