IL FESTIVAL: LE REGOLE DEL BUON SPETTATORE

Partecipa al festival!

di Daniele Dainelli – Compagnia Fratelli diTaglia

Seduti in prima fila non ci stiamo mica tutti
gli altri posti, santo cielo, mica sono così brutti
Se mi alzo e se mi abbasso la mia sedia fa fracasso
e in teatro lo sappiamo mica si può far baccano
te lo chiedo per favore: bocca chiusa e apri il cuore!

Dillo anche all’insegnante che ha scordato il cellulare
che ha la nuova suoneria con trombetta e batteria
e non dev’esser permaloso se dico spento, non silenzioso…
Si dovrebbe sapere tutto sullo spettacolo prenotato
ma se tutto non si può… almeno come è intitolato!

Si fa buio nella sala, ecco, inizia il primo atto
E’ la luce che si spenge, perché urlare come un matto?
Non è cinema né stadio, né tv e neppure radio
Sente tutto quel signore che sul palco fa l’attore
La merenda è appetitosa ma se la scarti è fastidiosa
ti dirò “buon appetito” quando lo spettacolo è finito
Se ti scappa, tienila stretta, dura solo un’oretta
ma se ti viene forte forte almeno non sbattere le porte
Lui è armato fino ai denti di apparecchi digitali
fotocamere col flash, telecamere attuali
Ma si potranno usare? Forse è meglio domandare…

Io non sono un bacchettone, né un severo col barbone
Queste regole mi aspetto che vi insegnino il rispetto
verso chi vuole guardare, ascoltare ed imparare
e in teatro ha la gran dote di sapersi emozionare.